-  megapodiidae : specie e sottospecie  -

Megapodius reinwardt - Autore = Toby Hudson                                           Megapodius pritchardi -  Autore = Mary Bomford                                          Megapodius n. nicobariensis  www.madraswanderer.blogspot.com

Pritchardii www flickr com Autore Mary B

Megapodiidae     ( Lesson...... 1831 ) 

Il nome deriva dal greco MEGA = grande - e PODA = PIEDE = letteralmente < grande piede >

                                                                                                                                 

I MEGAPODIDI sono  compresi  in 7 generi [  ALEACTURA - TALEGALLA - AEPYPODIUS - LEIPOA - MACROCEPHALON - MEGAPODIUS - EULIPOA ]  suddivisi in 22 specie, comprendenti a loro volta  un   certo  numero  di  sottospecie.  Nonostante  i rapporti  evolutivi all'interno della famiglia siano quasi del tutto sconosciuti, si sono delineate 3 linee  ( evolutive ) ben diverse fra loro.

ALECTURA  --  TALEGALLA  --  AEPYPODIUS  ….................... Tacchini di boscaglia.

LEIPOA ........................................................................................ Fagiani australiani.

MEGAPODIUS  –  MACROCEPHALON  -  EULIPOA …............. Megapodidi.

Attenzione: per informazioni e curiosità riguardanti questo Genere vedere alla pagina: MEGAPODIIDAE

Per quanto la ricerca fotografica e relativa identificazione delle specie/sottospecie sia stata eseguita prestando la massima attenzione, non sono da escludere eventuali errori di classificazione. Inoltre, alcuni soggetti a causa delle condizioni ambientali e/o di luce, al momento dello scatto fotografico possono apparire come non conformi allo standard della specie/sottospecie alla quale appartengono.

Genere  Alectura   ( Latham .....1824 )  

La specie comprende 2 sottospecie: 

* Alectura lathami lathami.......................Gray J. E. .................1831 - ( Tacchino di boscaglia scca gialla ) - Distribuito nelle aree del centro e sud Queensland ed est Nuovo Galles del Sud.

* Alectura lathami purpureicollis........... Le Souef ................ 1898 -  ( tacchino di boscaglia sacca violacea ) - Distribuito nelle aree settentrionali del Queensland.

Alectura lathami  ( Tacchino di boscaglia australiano ) ........................................................................Gray J. E. ............1831

Luoghi di origine: Endemico dell'Australia orientale dall'Estremo Nord del Queensland Eurobodalla sulla costa meridionale sud del Nuovo Galles del Sud. E' stata anche introdotta a Kangaroo Island nel Sud Australia.

Descrizione e comportamento: È il più grande rappresentante esistente della famiglia Megapodiidae. Nonostante il nome e le somiglianze superficiali non è strettamente imparentato con i tacchini americani, né con l' otarda australiana. e pur essendo attualmente piuttosto comune, va detto che, negli anni 30 del secolo scorso la specie si trovava sull'orlo dell'estinzione. È un grande uccello lungo circa 60-75 cm dalla livrea nerastra con testa rossa priva di piume e bargiglio giallastro ( forma nominale ), mentre nella sottospecie A. l. purpureicollis quest'ultimo è violaceo. Durante il periodo riproduttivo le  carrucole dei  maschi tendono ad ingrossarsi e la loro colorazione, al pari della testa, assume toni  molto più luminosi e brillanti; parte inferiore del corpo cosparsa di piume biancastre che tendono ad aumentare con l'avanzare dell'età, mentre la prominente coda a ventaglio si presenta appiattita lateralmente. Il tacchino di boscaglia australiano non ama involarsi, facendolo solo in caso di pericolo o minaccia imminente, oppure nel caso debba appollaiarsi sui rami di un grosso albero, non potendo sostenere il suo peso per lunghe distanze. Vive  nelle foreste pluviali e di sclerofille umide, ma può anche essere trovato in aree cespugliose o aperte e più asciutte. Nella parte settentrionale del suo areale, la specie è più comune ad altitudini più elevate compiendo brevi migrazioni al fine di raggiungere le zone di pianura in inverno. Nel sud, è comune sia  nelle regioni di montagna, quanto in quelle di pianura, nonostante attualmente siano molto più presenti nelle aree urbane tanto che si possono trovare in parchi, cortili, giardini, ecc. Per costrizione del nido, cova, allevamento a altro ancora, vedere in : GENERE MEGAPODIIDAE

Foto da : 1  www.ru.birdwallpapers.com     -    2   Patrick Ingremeau     -    3  www.hbw.com  Autore = williamlamberton

1 - Maschio                                                                                            2 -   Femmina                                                                                    3 -  Maschio   

lathami www ru.birdwallpapers com.jpg
Lathami femmina Patrick Ingremeau 1.jpg
lathami hbw com  autore williamlamberton

Alectura l. purpureicollis   ( Tacchino di boscaglia australiano ) ..........................................................Le Souef. ............1831

Luoghi di origine: Endemico del nord-est Australia ( nord Penisola di Cape York )

Foto da : 1  www.aussiebirding.willdiaries.com    -   2   www.planetscott.com     -   3   www.birdway.com.au

1 - Maschio                                                                                            2 -   Femmina  ( Probabile )                                                           3 -  Maschio  

Latham purpurei  www aussiebirding.wildi
lathami purpurei www planetscott com.jpg
purpurei 2  www birdway com au.jpg

Genere  Talegalla   ( Latham .....1824 ) 

Curiosità:  Il nome Talegalla consiste da una combinazione tra taleve, nome comune francese ad indicare il Porphyrio porphyrio ( Rallide ), ed il termine latino Gallus. Lesson scrisse che applicò il termine nell'intento di suggerire l'aspetto di questo insolito galliforme, che assomiglia ad un rallide pur avendo le dimensioni di un pollo.  

Il genere comprende 3 specie :

* Talegalla cuvieri.................................Lesson.......................1828 - Tacchino di boscaglia beccorosso

* Talegalla fuscirostris........................Salvadori...................1877 - Tacchino di boscaglia becconero

* Talegalla jobiensis............................ Meyer A. B. ..............1874 - Tacchino di boscaglia dal collare

Talegalla cuvieri    ( Tacchino di boscaglia beccorosso o di Cuvier ) ...................................................Lesson.... ............1828

La specie comprende 2 sottospecie:

* Talegalla c. cuvieri............................ Lesson.......................1828 -  Distribuito nel nord-ovest della Nuova Guinea ( Penisola di Vogelkop ) compreso isole Misool e Salawati.

* Talegalla c. granti............................. Roselaar....................1994 -  Distribuito nel centro ovest della Nuova Guinea  ( ai piedi della Cordigliera centrale ).

Descrizione e comportamento: Il nome scientifico commemora lo zoologo francese Frédéric Cuvier. Noto anche come talegalla dal becco rosso o tacchino di boscaglia di Cuvier, è un megapode di taglia medio/grande che può raggiungere i 60 cm di lunghezza. Presenta una livrea nerastra con pelle facciale giallastra nuda sulla quale spicca il l'arancione rossastro del becco; iris giallo e zampe arancioni. La testa è ricoperta di piume nere simili a setole. I sessi sono simili. 

Foto da : 1  www.hbw.com  Autore =  Di Robson Silva e Silva     -    2   www.alamy.com      

1 -  Talegalla c. cuvieri                                                                         2 -   Talegalla c. cuvieri                                                                        

Talegalla_cuvieri_hbw com Di Robson Silv

Talegalla fuscirostris   ( Tacchino di boscaglia becconero ) ...............................................................Salvadori............1877

La specie comprende 4 sottospecie:

* Talegalla f. fuscirostris....................Salvadori....................1877 - Distribuito nelle pianure del sud-est della Nuova Guinea

* Talegalla f. occidentis.......................White C.M.N.............1938 - Distribuito nelle pianure della Nuova Guinea centro-meridionale, appena a sud delle catene montuose centrali

* Talegalla f. aruensis......................... White C.M.N.............1938 - Distribuito sulle Isole Aru e nel centro-sud della Nuova Guinea.

* Talegalla f. meyeri............................ Roselaar....................1994 - Distribuito nel nord-ovest della Nuova Guinea.

Foto da : 1  www.hbw.com  Autore = Markus Lilje    -   2   www.worldbirder.blogspot.com    -   3  www.barraimaging.com.au

1 - Talegalla f. fuscirostris                                                                2 - Talegalla f. fuscirostris                                                            3 - Talegalla f. fuscirostris       

fuscirostris hbw com Markus Lilje.jpg
fuscirostris worldbirder.blogspot com.JP
fuscirostris www barraimaging com au.jpg

Talegalla jobiensis  ( Tacchino di boscaglia dal collare ) .....................................................................Meyer A. B. ........1874

La specie comprende  2 sottospecie:

* Talegalla j. jobiensis........................ Meyer A.B. ................1874

* Talegalla j. longicaudus.................. Meyer A.B. ................1891

Foto da : 1  www.taenos.com    -   2  - 3   www.pinterest.com    

1 - /////////                                                                                            2 -  //////// 

Talegalla jobiensis taenos com.jpg
jobiensis pinterest com.jpg

 3 -  ///////// 

Talegalla-jobiensis Brian Coates_edited.

Genere  Aepypodius   ( Oustalet......1880 )   

Il genere comprende due specie : 

* Aepypodius arfakianus...................Salvadori...................1877  - Tacchino di boscaglia caruncolato

* Aepypodius bruijnii.........................Oustalet....................1880  - Tacchino di boscaglia di Waigeo

Aepypodius arfakianus  ( Tacchino di boscaglia carrucolato ) ........................................................ Salvadori............1831

Luoghi di origine: Endemico nella Nuova Guinea.

Foto da : 1    www.tropicalbirding.com   Autore = Keit Barnes    -    2   Bernard Dupont    -    3    www.pinterest.com

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

arfakianus  www.tropicalbirding com  Aut
Aepypodius arfakianus Bernard Dupont.jpg
aepypodius arfakian pinterest com.jpg

Aepypodius bruijnii   ( Tacchino di boscaglia di Waigeo ) ....................................................... ...........Oustalet ............1880

Foto da : 1  www.gòobalspecies.com     -    2    Fabrice Tortey     -    3    www.pinterest.com

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

Aepypodius_bruijnii_1 www globalspecies
bruijnii www pbase com.jpg
bruijnii pinterest com_edited.jpg

Genere  Leipoa   ( Gould......1840 ) 

Il genere comprende una sola specie 

* Leipoa ocellata..................................Gould.........................1840  -  fagiano australiano

Leipoa ocellata  ( Fagiano australiano ) .................................................................................................. Gould.................1831

Luoghi di origine: Endemico nell'Australia.  Un tempo ampiamente diffusa in tutto il continente, la leipoa ocellata è presente in poche località dell'Australia Meridionale

Descrizione e comportamento:  È un megapodide lungo circa 60 cm, con piumaggio prevalentemente grigio-brunastro e un'ampia banda nera sulla gola che trova il suo habitat tipico nelle garighe aride o semi-aride con boscaglie di Eucalyptus spp. e Acacia spp.  I sessi pur essendo molto simili, si possono distinguere soprattutto per la colorazione di testa e collo che nel maschio presentano tonalità un poco più accese e definite. Per maggiori informazioni vedere in : GENERE MEGAPODIIDAE

Foto da : 1  www.nacc.com.au     -    2  www.museumsvictoria.com.au      -    3   www.flickr.com   Autore = Tony Morris 

1 - Maschio                                                                                          2 - Femmina                                                                                        3 - Maschio

1 laipoa maschio pare www nacc com au.jp
leipoa femmina www museumsvictoria com a
2 leipoa maschio flickr com Tony Morris.

Genere Megapodius   ( Gaimard......1826 )  

Il genere comprende 12 specie viventi + 2 estinte : 

 * Megapodius laperouse...................Gaimard....................1823   -   Megapodio della Micronesia      

* Megapodius freycinet.....................Gaimard....................1823   -   Megapodio fosco

* Megapodius reinwardt...................Dumont.....................1823   -   Megapodio piediarancio

* Megapodius nicobariensis............Blyth...........................1846   -   Megapodio delle Nicobare

* Megapodius cumingii.....................Dillwyn.......................1853   -   Megapodio delle Filippine

* Megapodius pritchardii..................Gray G. R. ..................1864   -  Megapodio delle Tonga

* Megapodius bernsteinii.................Schlegel.....................1866   -   Megapodio delle Sula

* Megapodius eremita.......................Hartlaub....................1868   -  Megapodio della Melanesia

* Megapodius geelvinkianus............Meyer A. B. ...............1874   -  Megapodio di Biak

* Megapodius decollatus..................Oustalet....................1878   -   Megapodio della Nuova Guinea

* Megapodius layardi.........................Tristram....................1879   -  Megapodio delle Vanuatu 

* Megapodius tenimberensis...........Sclater P. L. ..............1883   -  Megapodio delle Tanimba    

** † Megapodius molistructor..( estinto )...[ Resti subfossili sono stati trovati da Jean-Christophe Balouet e Storrs Olson nelle Pindai Grotte della Nuova Caledonia . I suoi resti sono stati trovati anche su Tonga ] .

** † Megapodius amissus..( estinto ).........[ Megapodidee  estinto  che era endemico  nelle  Figi.   I resti sottofossili sono stati raccolti nella grotta Udit a Wainibuku sull'isola di Viti Levu nell'ottobre 1998 da Trevor  Worthy , G. Udy e S. Mataraba, e descritti da Worthy nel 2000. L' olotipo è tenuto dal Museum of New Zealand ].

Megapodius laperouse  ( Megapodio della Micronesia  ) ................................................................. Gaimard.............1823

La specie comprende 2 sottospecie:   

* Megapodius l. laperouse................Gaimard....................1823 -  Diffusa nelle isole Marianne

* Megapodius l. senex.......................Hartlaub...................1868  -  Endemica di Palau

Megapodius lamperouse laperouse   

Luoghi di origine:  E' diffuso a Palau e nelle Isole Marianne Settentrionali; un tempo presente anche sull'isola di Guam, è andato incontro ad estinzione locale.

Descrizione e comportamento:  Misura 28–30 cm, il che ne fa una delle specie più piccole appartenenti a questa famiglia. Presenta un piumaggio prevalentemente nero-brunastro mentre la testa, risulta di tonalità più chiara sulla quale si nota una breve cresta grigio pallido;  pelle facciale rossa visibile attraverso le sottili penne; becco giallo; zampe insolitamente grandi e robuste, anch'esse di colore giallo.

Apparentemente simili, non è stato possibile reperire esaurienti spiegazioni in merito alle differenze che distinguono le due sottospecie. Tuttavia, da un analisi delle foto le diversificazioni più evidenti riguardano la pelle facciale rossa ben evidente nella sottospecie M. l. senex, e pressoché invisibile nella forma nominale; zampe e dita dei piedi ( quasi ) uniformemente giallastri nella forma nominale, mentre nella sottospecie M. l. senex sii presentano giallastre  spruzzate di rossiccio con dita dei piedi grigiastre. 

Foto da : 1 -  3   Michael Lusk    -   2   www.pinsdaddy.com          

1 - Megapodius l. laperouse                                                            2 -   Megapodius l. laperouse                                                        3 -  Megapodius l. laperouse 

laperouse  Michael Lusk.jpg
lape lape pinsdaddy com.jpg
800px-Micronesian_megapode_7(Megapodius_

Megapodius laperouse senex  

Foto da : 1  www.islandconservation.org    -   2  - 3    Ron Leidich      

1 - Megapodius l. senex                                                                    2 -   Megapodius l. senex                                                                3 -  Megapodius l. senex  

mega lamperouse www.islandconservation o
mega 1 lamperouse Ron Leidich.jpg
laperouse Ron Leidich.jpeg

Megapodius freycinet   ( Megapodio fosco ) .......................................................................................Gaimard ............1823

La specie comprende 5 sottospecie:   

* Megapodius f. freycinet.................Gaimard.....................1823 - Distribuito nelle regioni  della Papua Occidentale.

* Megapodius f. forsteni...................Gray G. R. ..................1847 - Distribuito sulle isole di Seram, Ambon, Haruku, Gorong  ( Sud Molucche - Indonesia ) 

* Megapodius f. quoyii......................Gray G. R. ..................1862 - Distribuito  sulle isole di Morotai, Rau, Halmahera, Ternate, Tidore, Mare, Kayoa, Kasiruta, Bacan, Bisa, Obi ( Nord Molucche )

* Megapodius f. buruensis.............. Stresemann..............1914 - Distribuito nell'isola di Buru  ( Molucche  - Indonesia ).  

* Megapodius f. oustaleti.................Roselaar....................1994 -  Distribuito sull'isola di Batanta, ed a Salawati - nord Papua Occidentale.

Foto da : 1   Kristof Zyskowski     -    2   www.hbw.com  Autore = Josep del Hoyo    -    3   Richard Pollard

1 -  Megapodius f. freycinet                                                             2 -  Megapodius f. freycinet                                                          3 -   Megapodius f. freycinet  

si mega freycinet  Kristof Zyskowski.jpg
si Megapodius_f._freycinet  Josep del Ho
si mega freycinet Richard Pollard.jpg

Megapodius reinwardt  ( Megapodio piediarancio )...................................................................................Dumont.............1823  

La specie comprende 5 sottospecie:   

* Megapodius r. reinwardt...............Dumont......................1823 - Distribuito sulle isole di Lesser Sundas e Aru ( Molucche - Indonesia ) - sud e sud-est della Nuova Guinea.

* Megapodius r.macgillivrayi...........Gray G. R....................1862 - Distribuito sulle isole di Trobriand, Marshall Bennett, Woodlark e D'Entrecasteaux  e Louisiade Archipelago .

* Megapodius r. tumulus..................Gould..........................1842 - Distribuito dalla Kimberley Division ( regione del nord Australia ) a Melville e nord Northern Territory.

* Megapodius r. yorki........................Mathews....................1929 - Distribuito nella Penisola  di Capo York e isole circostanti ( nord del Queensland - Australia ) comprese quell dello stretto di

* Megapodius r. castanonotus........Mayr...........................1938 -  Distribuito nelle regioni centrali del Queensland orientale e isole circostanti.

Luoghi di origine:  Le varie sottospecie sono distribuite su un ampio areale che comprende l'Indonesia, le Piccole Isole della Sonda, Timor est, la Nuova Guinea meridionale e nell'Australia settentrionale.

Descrizione e comportamento: Questa specie presenta le dimensioni di un pollo domestico ( mediamente 30-50 cm ) dalla colorazione uniformemente scura, con dorso e ali marrone brunastro mentre il resto del corpo risulta azzurrognolo-grigiastro: Zampe arancioni più o meno evidente a seconda della sottospecie, e cresta appuntita che si erge sulla parte posteriore della testa. Utilizza una vasta gamma di habitat sia forestali quanto di macchia, colonizzando molte piccole isole in  tutto il suo areale di distribuzione dove non è insolito vederlo aggirarsi tra cortili, giardini e aree suburbane in generale.

Ad oggi le popolazioni sembrano essere stabili e lo stato di conservazione della specie è considerato di minore preoccupazione .

La dieta è prevalentemente composta da semi, frutti caduti e invertebrati terrestri.  

Foto da : 1 - 2  www arthurgrosset com     -    3   www.flickr.com   Autore = Jan Bool

1 -  Megapodius r. reinwardt                                                              2 -   Megapodius r. reinwardt                                                     3 -  Megapodius r. yorki  

reinwardt  Arthur grosset.jpg
mega  reinwart www arthurgrosset com.jpg
Megapodius reinwardt yorki www flickr co

Megapodius nicobariensis    ( Megapodio delle Nicobare )............................................................Blyth...................1846  

La specie comprende 2 sottospecie:   

* Megapodius n. nicobariensis........Blyth...........................1846 -  Isole di Teressa, Bompoka, Tillanchong, Camorta, Trinkat, Katchall, Nancowry ( Arcipelago delle Nicobar  centrali - India )

* Megapodius n. abbotti...................Oberholser.................1919 -  Isole di Meroe, Treis, Menchal, Little Nicobar, Great Nicobar, Kondul ( Arcipelago delle Nicobar meridionali - India )

Luoghi di origine: La specie si trova solo nelle isole Nicobar. Questa gamma è così ben separata dalla distribuzione principale dei megapodiidae, ed in particolare da quella del genere Megapodius, che nel 1911, è stato suggerito, sul presupposto che molti megapodi furono addomesticati e trasportati dagli isolani nativi, la possibilità di essere stata introdotta nelle isole Nicobare. Per contro, alcuni fatti indicano che la specie potrebbe essersi trovata anche nelle isole Andamane, come come rapporti di fine Ottocento descrivono la specie su Great Coco e Table Island. La sottospecie nominale vive sulle isole a nord del Canale Sombrero, mentre M. n. abbotti abita le aree meridionali. È altresì registrato sulle isole di TillanchongBompokaTeressaCamortaTrinkatNancowryKatchallMeroeTrakTreisMenchalPiccola Nicobar, Kondul Grande Nicobar e Megapode Island. La specie potrebbe aver vissuto anche sull'isola di Car Nicobar nei primi anni del 1900. Un'indagine effettuata dopo lo tsunami del 2004 ha tuttavia stabilito che la specie è estinta sulle isole di Trax e Megapode. Le uova e la carne di questi uccelli sono ricercati dai nativi, e quindi possono essere stati trasportati, e propagati, attraverso le isole. L'ornitologo del XIX secolo A.O. Hume considerava il sapore della carne una via di mezzo tra un "grasso tacchino della Norfolk e un grasso fagiano di Norfolk".

Descrizione e comportamento:   Questa specie fu scoperta dal reverendo Jean Pierre Barbe e descritta da Edward Blyth nel 1846, tuttavia alcuni autori si ostinarono a considerarla come una sottospecie del Megapodius freycinet. Il nome dell'isola da cui proveniva l'esemplare ( originale ) non era conosciuta e un successivo soggetto catturato sull'isola di Trinkat e descritto come Megapodius trinkutensis, è ora considerato indistinguibile dalle sottospecie nominate. Nel 1901, W. L. Abbott disponeva di esemplari provenienti dall'isola di piccola Nicobar che furono descritti nel 1919 da H. C. Oberholser come una nuova sottospecie degli M. n. abbotti , caratterizzata dal piumaggio marrone più scuro.

Ben poco si sa sulle loro abitudini. Durante il giorno, si muovono in coppia o piccoli gruppi costituiti da soggetti di varie età, compresi quelli appena nati, rimanendo in contatto tra loro con caratteristiche  chiamate attraverso la fitta giungla adiacente alla riva del mare, mentre al calare delle tenebre tendono ad avventurarsi  solo sulla riva. Disturbati preferiscono scappare correndo e si involano solo quando il pericolo è imminente. Si considera che molte specie comprese in questo Genere siano monogame, ma nel caso del megapode di Nicobar il legame di coppia è spesso solo temporaneo.                                                                                                                                                                                  La una dieta onnivora.  Il nido, come per altri megapodidi, consiste in un grande tumulo costituito da sabbia corallina contenente minute conchiglie e materiali vegetali, come foglie, rami e altri detriti, di norma posizionato su terreni aperti oppure contro un ceppo, ma anche a ridosso di un albero caduto o  vivente. Generalmente la costruzione viene riutilizzata nel tempo. Un tumulo può essere condiviso da una o più coppie ( solitamente non contemporaneamente ), e dalla loro progenie. La deposizione mediamente consiste da 4 a 5 ( ma se ne possono trovare fino a 10 ). L'incubazione delle uova si trova in fasi di sviluppo molto diverse. I giovani uccelli si schiudono completamente piumati ed appena "emersi" e asciutti, sono in grado volare. Non hanno bisogno di cure parentali e si uniscono al gruppo immediatamente dopo la nascita. Il periodo di incubazione varia di circa 70-80 giorni in base alla temperatura.

Foto da : 1  www.orientalbirdimages.org  Autore = Niranijan Sant   -  2 - 3   www.orientalbirdimages.org  Autore =  K. Sivakumar   

1 - Megapodius n. nicobariensis                                                     2 -  Megapodius n. nicobariensis   ( Probabile femmina )          3 -  Megapodius n. nicobariensis  ( Probabile maschio )      

nicobariensis Niranijan Sant oriental.jp
nicobar_megapode K. Sivakumar.jpg
nicobar_megapode K. Sivakumar.jpg

Megapodius cumingii    ( Megapodio delle Filippine ).......................................................................Dillwyn..............1853  

La specie comprende 7 sottospecie:   

* Megapodius c. cumingii..................Dillwyn.......................1853 - Distribuito nelle aree meridionali dell'isola di Palawan ( Filippine ) ed isole al largo di Sabah ( Borneo )

* Megapodius c. tabon......................Hachisuka..................1931 -  Distribuito nelle aree orientali dell'isola di Mindanao ( Sud Filippine )

* Megapodius c. gilbertii...................Gray G. .R. .................1862 -  Distribuita sulle isole di Sulawesi e Togian ( arcipelago di Togian )

* Megapodius c. dillwyni...................Tweeddale.................1878 - Distribuito a Luzon ( Nord Filippine ), isole di Mindoro e Marinduque ( Centro-nord Filippine ) e isola di Batan ( Filippine ).

* Megapodius c. pusillus...................Tweeddale.................1878 - Distribuita sulle isole di  Masbate, Cebu, Negros, Bohol e ovest Mindanao ( Centro-est e sud-est delle Filippine )

* Megapodius c. sanghirensis..........Schlegel.....................1880 -  Distribuita sulle isole Sangihe ( Nord Sulawesi - Indonesia )

* Megapodius c. talautensis............Roselaar.....................1994 -  Distribuita sull'isoal di Talaud  ( Nord Sulawesi - Indonesia )

Descrizione e comportamento: Questo megapodio, che misura circa 30–45 cm, presenta dorso e ali marrone brunastro, mentre il resto del corpo è caratterizzato da una colorazione azzurrognolo-grigiastro; lati della testa contraddistinti da  porzioni di pelle nuda vermiglio, più o meno visibile a seconda della sottospecie in questione, che circonda gli anelli oculari.

Foto da : 1  www.hbw.com  Autore =  Dubi Shapiro    -    2   www.pinterest.com      -    3   www.pbase.com

1 - Megapodius c. cumingii                                                             2 -  Megapodius c. cumingii  ( Coppia )                                      3 -   Megapodius c. pusillus

Cumingi cumingi www hbw com  Dubi Shapir
Cumingi pinterest com.jpg
Cumingi pusyllus pbase com.jpg

Megapodius pritchardii    ( Megapodio delle Tonga ).......................................................................Gray G. R. ........1864  

Monotipico:

Luoghi di origine: Attualmente endemico nelle isole di Tonga e Niuafo'ou. La specie è anche conosciuta come megapodide polinesiano.

Il megapodide tongano è l'unica specie compresa in questo Genere rimasta a Tonga, rispetto alle quattro o cinque  presenti nelle isole in epoca pre-umana ( come dimostrato dai reperti fossili ), e l'unica specie di megapodidee che sopravvive in Polinesia. Simili estinzioni si sono verificate nelle Fiji e nella Nuova Caledonia, dove presumibilmente vivevano da tre specie nella preistoria. Il M. pritchardi stesso, un tempo era molto più diffuso occupando la maggior parte di Tonga, Samoa e Niue.Le cause principali di queste estinzioni sono da attribuire all'arrivo degli umani sulle isole, con caccia agli adulti e raccolta delle uova, oltre alla predazione da parte delle specie introdotte. Sull'isola di Niuafo'ou, la lontananza e l'esigua popolazione umana hanno, con tutta probabilità, salvato la specie dall'estinzione.                                                                                                            Risulta l'unico megapodide sopravvissuto  all'arrivo degli umani nella Polinesia occidentale, "le loro aree di nidificazione sono state attentamente controllate per ordine del governo locale, assicurando così la sopravvivenza della sottospecie".                                                                                                                                                                                                        Tuttavia, a causa della vulnerabilità della singola popolazione è stato messo in atto il tentativo di portare le uova, di questa sottospecie, sulle isole vulcaniche disabitate di Late e Fonualei, e su quest'ultima l'esperimento ha avuto successo. Si stima che attualmente la popolazione di M. pritchardii sia di 350-500 esemplari., mentre sull'isola di Late il tentativo è fallito.

Descrizione e comportamento:  Il nome specifico specifico onora il console britannico William Thomas Pritchard. Megapodide di medie dimensioni ( circa 35-40 cm ) dalla livrea piuttosto scura azzurrognolo-bruno-grigiastro; testa e collo più chiari con breve cresta arrotondata sulla nuca; piume facciali che lasciando trasparire esigue porzioni di pelle rossa. Becco giallo; zampe e piedi di colore con tonalità che varia dal giallo al rossiccio chiaro. Predilige foreste tropicali umide di pianura, anche se sull'isola di Niuafo'ou è più comune sulla caldera vulcanica centrale. 

Foto da : 1  San Diego Zoo ( USA )  Autore = Klaus Rudloff     -    2   www.hbw.com   Autore = jonathan       -    3    www.birdlife.org

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

Pritchardi San Diego Zoo ( USA ) Autore
pritchardii www.birdlife org.jpg

Megapodius bernsteinii    ( Megapodio delle Sula )..........................................................................Schlegel............1866  

Monotipico:

Luoghi di origine: Si trova solo sulle Banggai e Sula, gruppi di isole comprese tra Sulawesi e le Molucche ( Indonesia ). 

Descrizione e comportamento:  Megapodide di piccole dimensioni con una lunghezza compresa tra  30 e 35 cm. I sessi sono simili dalla colorazione uniforme bruno-rossastra; cresta corta e appuntita; zampe e piedi rossi o rosso-arancio.

Predilige albergare all'interno di foreste subtropicali o tropicali sia secche che umide di pianura ad altitudini che non superano i 450 metri, e foreste di mangrovie. In genere ricercano il cibo in coppia, tuttavia in un occasione è stato osservato un gruppetto composto da 5 esemplari che si muovevano e cibavano assieme, anche se con tutta probabilità si trattava di una coppia con la loro prole.

Foto da : 1   www.kasoartravel com     -     2  -  3   www.orientalbirdimages org  Autore = Chris Gooddie

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

megapodius_reinwardt  non pare  www.kaso
bernsteini Chris Goddie orientalbird.jpg
bernstein Chris Gooddie oriental.jpg

Megapodius eremita   ( Megapodio delle Melanesia )......................................................................Hartlaubl............1868  

Monotipico:

Luoghi di origine:  Si trova nell'arcipelago di Bismarck ( Papua Nuova Guinea ) e sulle Isole Salomone. 

Descrizione e comportamento:  Descritta per la prima volta da Gustav Hartlaub nel 1867. La livrea di questa sottospecie si presenta fondamentalmente nerastra con piume facciali che lasciano intravedere, in maniera più o meno evidente, le aree rossastre alla base bel becco, a formare una sorta di placca frontale, ed attorno alle aperture ocularii. Predilige  foreste umide subtropicali o tropicali sia di pianura che montane.

Foto da : 1   www.barraimaging.com.au     -    2   www.hbw.com  Autore  Frédéric Pelsy     -   3   www.rockjumperbirding.com

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

eremita www.barraimaging.com au.jpg
eremita_www.hbw_com__Autore__Frédéric_Pe
melanesian-megapode www.rockjumperbirdin

Megapodius geelvinkianus  ( Megapodio di Biak )........................................................................Meyer A. B. ......1874  

Monotipico:

Luoghi di origine:   Si trova solo sulle isole di Biak , Mios Korwar , Numfor , Manim e Mios Numin nella regione occidentale della Papua , in Indonesia .

Descrizione e comportamento: Nonostante sia ormai considerata come specie distinta, fino al 1990 la specie era ritenuta una sottospecie del megapodio fosco ( Megapodius freycinet ), mentre altri ancora che potesse invece essere una sottospecie del Megapodius reinwardt.                                                                                                                  Gli esemplari adulti arrivano a misurare circa 35-40 cm di lunghezza. Presentando una livrea in gran parte grigio scuro con una minuscola cresta e una faccia il più delle volte bluasto-nerastra nonostante in alcuni casi possa trasparire una parvenza di rossastro. Le gambe sono bruno-rossastre o grigio scuro.

I suoi habitat naturali sono foreste umide subtropicali o tropicali di pianura e arbusti umidi subtropicali o tropicali . È minacciato dalla perdita dell'habitat .

Foto da : 1  www.birdyinfo.com   -    2  www.flickr.com  Autore = Ralf Daruis    -    3   www.hbw.com  Autore = Guy Dutson

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

geelvikianus 2 pinterest com.jpg
Geelvikianus  www.flickr com Autore Ralf
Geelvikianus  www.hbw cm  Autore Guy Dut

Megapodius decollatus  ( Megapodio della Nuova Guinea )..........................................................Oustalet.............1878  

Monotipico:

Luoghi di origine:  Si trova principalmente nelle aree settentrionali della Nuova Guinea. 

Descrizione e comportamento: Questa specie era precedentemente nota come Megapodius affinis ma Roselaar, 1994, Bollettino del Museo Zoologico dell'Università di Amsterdam, 14, n.2, pp. 9-36 ha dimostrato che il Megapodius affinis  Meyer A. B., 1874, si riferisce al Megapodius reinwardt 

Foto da : 1  -  3    www.hbw.com  Autore = Lars Petersson     -    2    www.bird.forum.net  Autore =  Mehd Halaouate 

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

megapodius decollatus www,hbw com Autore
decollatus www.bird forum net Autore  me
decollatus  www.hbw com Autore Lars Pete

Megapodius layardi    ( Megapodio delle Vanuatu )...........................................................................Tristam..............1879  

Monotipico:

Luoghi di origine:  E' endemico di Vanuatu dove si trova sulle isole maggiori dell'arcipelago , e sulle isole Banks.

Descrizione e comportamento:  L'adulto presenta un piumaggio generalmente nero brunastro, con parte della testa, fronte, guance e gola caratterizzati da pelle nuda di colore rosso. Sulla parte posteriore del capo alcune penne scure possono formare una breve cresta, per quanto indistinta; becco giallo opaco; iris marroni; zampe e piedi sono di colore giallo brillante.  Maschio e femmina sono simili, ma la femmina si distingue per avere zampe e piedi con colorazione più opaca. 
I giovani sono riconoscibili per la livrea meno brillante, con zampe e becco tendenti al marrone.  

Prediligono frequentare le foreste di pianura dove sono generalmente visti al suolo mentre razzolano alla ricerca del cibo, ma di solito approntano i nidi sulle spiagge, specialmente intorno ad alberi in decomposizione, così come nelle aree vulcanicamente riscaldate. Alcuni soggetti possono frequentare foreste e giardini degradati. Può trovarsi fino a 800 metri di altitudine.  

La loro dieta è poco conosciuta, ma essendo onnivori si cibano di insetti e altri invertebrati, integrando con frutta, semi, germogli, fiori, foglie ecc.                                                  Come la maggior parte dei Megapodiidae, il M. layardi  è probabilmente monogamo e territoriale. Il tumulo e la tana sono generalmente costruiti e mantenuti dal maschio. 
Spesso allevano in comunità, con diverse femmine che depongono le uova nello stesso nido. Questo comportamento è correlato alla scarsità di idonei siti di nidificazione. La specie sembra riprodursi tutto l'anno in tutta la gamma.

Foto da :   1 -  2  -  3     www.vanuatuconservation.org    Autore = Dubi Shapiro

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

1 megapode layardi www.oiseaux-birds com
megapodio layardi  www.oiseaux-birds com
si 3 layardi www.dibird com.jpg

Megapodius tenimberensis    ( Megapodio delle Tanimba )...........................................................Sclater P. L. ......1883  

Monotipico:

Luoghi di origine:  Endemico nelle isole di Tanimbar ( Indonesia ).

Descrizione e comportamento: E'un piccolo megapodide dalle dimensioni di un pollo domestico ( a volte considerato come sottospecie del  Megapodius reinwardt  ), distribuito su una vasta gamma con habitat di norma composto da foreste e macchie cespugliose. Livrea generalmente bruno-oliva, con maggiore tonalità castagno sulle parti superiori, e grigio carbone su quelle inferiori. La nuca è contraddistinta da  una cresta molto corta e appuntita. Becco dalla colorazione pallida con colorazione rossa attorno ad anelli oculari; zampe rosse. I sessi risultano molto simili. 

Foto da : 1 -  3    www.hbw.com  Autore = James Eaton      -    2    www.orientalbirdimsges.org   Autore = Fahrul Amama     

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

tenimberiensis www.hbw com  Autore   Jam
Tenimberiensis www.orientalbirdimsges or
tanimbariensis www habw com  Autore   Ja

Genere Macrocephalon   ( Muller......1846 )  

Macrocephalon maleo   ( Megapodio di Sulawesi ) ............................................................................ Muller................1846

Monotipico:

Luoghi di origine:  Endemico nell'isola di Sulawesi ( Indonesia ). Pur prediligendo le foreste tropicali, sia di pianura che di collina, nidifica in distese di sabbia con radi cespugli, aree vulcaniche o spiagge aperte, sfruttando per l'incubazione il calore solare o l'energia geotermica, contrariamente ad altri congenere che invece sfruttano il calore sprigionato dalla combustione di materiali in decomposizione/fermentazione.

Descrizione e comportamento: È un megapodide nerastro di medie dimensioni ( circa 55 cm di lunghezza ), con pelle nuda facciale gialla e iride bruno-rossastra; becco arancio-rossastro e regioni ventrali rosa salmone. La sommità del capo è ornata da una sorta di casco nero. I piedi, di colore azzurro-grigiastro, sono muniti di quattro lunghi artigli affilati, separati da una membrana. I sessi sono simili, ma le femmine sono più piccole e di colore più scialbo.

Il maleo è monogamo e i membri di ciascuna coppia rimangono costantemente uniti. La dieta comprende soprattutto frutta, semiformichetermiticoleotteri e altri piccoli invertebrati.

Le uova del maleo sono grandi quasi cinque volte quelle del pollo domestico. La femmina le depone in una profonda cavità scavata nella sabbia, dopodiché le ricopre e lascia al calore solare, o geotermica, l'incombenza della loro incubazione. Dopo la schiusa, i piccoli si devono aprire la strada attraverso la sabbia ed una volta "emersi" corrono a nascondersi nella foresta, dove, essendo del tutto autosufficienti, devono da soli ricercare, nonché difendersi dai numerosi nemici/predatori. Trascorsi alcuni giorni dalla schiusa sono in grado di volare.

La specie è protetta dal governo indonesiano fin dal 1972. A causa della continua perdita dell'habitat circoscritto in un areale sostanzialmente limitato, dell'elevato tasso di mortalità dei pulcini e, in alcune aree, della caccia sconsiderata, il maleo viene classificato tra le specie in pericolo dalla Lista rossa IUCN delle specie minacciate. La CITES lo colloca in Appendice I. Parte del suo areale ricade all'interno del Parco nazionale di Lore Lindu

Nel 2009, la Wildlife Conservation Society, un'associazione ambientalista americana, insieme al governo locale, delineò un'area di spiaggia di 150.000 m² dove erano presenti circa 40 nidi di maleo, nel tentativo di fornire un'ulteriore protezione a questa specie.

Tuttora, la Alliance for Tompotika Conservation lavora con le comunità di Sulawesi per educare i locali sulle condizioni critiche del maleo e impedirne così la raccolta delle uova[ che non sono una delle fonti principali di cibo dei locali, ma costituiscono una prelibatezza molto ricercata.

Foto da : 1   www blog.xuite net    -    2   www.wildborneo.com.mv  Autore = Ch'ien C. Lee    -    3    www.regional.kompas.com

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

www blog.xuite net.jpg
Macrocephalon maleo  Ch'ien C. Lee www.w
maleo regional.kompas. com.jpg

Genere Eulipoa  ( Gray G. R ......1861 )  

Eulipoa wallacei   ( Megapodio delle  Molucche ) ................................................................................. Gray....................1861

Monotipico:

Luoghi di origine: Endemico nelle Molucche  ( Indonesia ), la specie è presente sulle isole di BuruSeramHarukuAmbonBacanHalmaheraTernate e Misool.  

Descrizione e comportamento:  È un megapodide lungo circa 30 cm dal piumaggio prevalentemente bruno-grigiastro, ad eccezione delle penne copritrici che sono di colore rosso scuro con striature biancastre. Le parti inferiori sono bianco-grigiastre. Il becco è grigiastro e le robuste zampe presentano una colorazione verde oliva.

Il suo habitat tipico è la foresta pluviale, dal livello del mare sino a 2.000 m di altitudine. Al pari degli altri megapodidi questa specie non cova le proprie uova ma le seppellisce nel terreno, spesso in siti di nidificazione comuni, principalmente su spiagge sabbiose irradiate dal sole

Foto da :   1 - 3   www.jalaksuren.net    -    2   www.faunadanflora.com    -   3    

1 - //////////                                                                                          2 -   //////////                                                                                    3 -  //////////   

eulipoa 1  www. jalaksuren.net.png
sobatkicau com.png

Testi, quando non diversamente specificato, e progetti relativi alle elaborazioni in 3D ( Voliere ed attrezzature ) sono tutelati dalle norme sul < Diritto d'Autore > ( Ad esclusione di tutte le immagini o stampe riguardanti i GALLIFORMI e altri generi di uccelli ), l'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di pubblicare le opere e di utilizzare economicamente le stesse, qualora se ne presentasse l'occasione, in ogni forma e modo, originali o derivati.

 

Precisiamo che non è nostra intenzione violare le norme che tutelano il  COPYRIGHT, ma è altresì vero che sul WEB si trovano immagini e/o materiali per i quali i diritti vengono reclamati da più fonti, e non potendo per ovvi motivi controllare la bontà di ognuna, ci scusiamo anticipatamente nel caso avessimo inavvertitamente pubblicato immagini e/o materiali protetti da COPYRIGHT in violazione alla legge, pregandivi di comunicarcelo prontamente in modo che si possa provvedere alla loro immediata rimozione. 

 

Si intende comunque sottolineare che oltre a quanto già sopra esposto, la pubblicazione di materiale fotografico reperito sul WEB da parte della GBP.BIO è altresi intesa a fare un po di chiarezza, limitatamente alle sue possibilità, al caos creato da immagini poste su internet, in maniera alquanto superficiale e probabilmente senza neppure avere le necessarie conoscenze in materia, raffiguranti esemplari la cui classificazione essendo palesemente errata trae in errore l'ignaro lettore/visitatore. Quindi l'utilizzo di immagini deve essere considerato come a scopo puramente educativo - didattico  - informativo.                                                                     

RIFERIMENTI:

Delacour

Beebe

Johnsgard

McGowan P.

Howman K.

Madge S.

Hennache A.

Ottaviani M.

Bernar F.

Uno   speciale   ringraziamento  per  l'aiuto fornitomi a :

James Pfarr                                                 Saul Villagrana                                            Steve Keller                                          Friedrich Esser                                            Njal Bergè 

birdnet.cn

orientalbirdimages.org 

Le informazioni relative allo stato di conservazione in natura sono state tratte da Wikipedia.

 

Per accedere a Wikipedia clicca sul logo qui a fianco.

CONDIVIDI QUESTO SITO CON...