-  guttera : specie e sottospecie  -

Guttera p. verreauxi - da:  www.oiseaux.net                 Guttera v. verreauxi  da:  Seth of Rabi  www.licker.com                                                                                             Guttera p. granti -  da:  www.solene.ledantec.free fr 

Nota: Commenti riguardanti le sottospecie Guttera pucherani in Tanzania, ed in particolare la posizione di Guttera pucherani granti ( Elliot .....1871 ) da: www.semanticscholar.org 

Guttera pucherani è ampiamente distribuita in Tanzania, dove è rappresentato da diverse forme distintive. Tuttavia, la tassonomia delle faraone crestate in Africa è complessa e necessiterebbe di revisione. Peters nel 1934 elencò,  nella sua lista di controllo mondiale, due sottospecie di Guttera plumifera, otto di Guttera edouardi e la monotipica Guttera pucherani. White nel 1965 seguì l'esempio, ma sostituì il termine pallasi con verreauxi e aggiunse granti per un totale di nove sottospecie all'interno di edouardi. Successivamente, Britton nel 1980 proseguì sulle orme di White annttendo sia edouardi che pucherani, con barbata, granti, sethsmithi e schoutedeni  con G. edouardi. Crowe (1978), e in Urban et al. (1986), considerò pucherani ed edouardi come conspecifici, basandosi sull'intergradazione sia in cattività quanto in natura e collocò quattro sottospeie ( edouardi, verreauxi, sclateri e barbata ) all'interno di pucherani, e considerandone cinque ( sethsmithi, schoutedeni, pallasi, chapini e kathleenae ) come sinonimi di verreauxi, senza però menzionare granti. Successivamente, McGowan (1992) seguì l'esempio di Crowe ( op. Cit.) omettendo qualsiasi riferimento a granti, affermando che solo le forme nominali pucherani presentavano la pelle orbitale rossa.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  In  Tanzania    sono presenti diverse forme, e questo a contribuito ad aumentare la  confusione sulla loro classificazione. Crowe nel 1979 ha chiaramente commesso un errore nel mostrare una vasta area della Tanzania centrale come priva di faraone  crestate, quando in realtà  l'area  è quasi parallela alla gamma di granti. Allo stesso modo, l'omissione di granti da parte di Crowe in Urban et al. (1986), insieme alla menzione di un colletto di piume nere sulla parte inferiore del collo e superiore del petto ( non mostrato nella targhetta di accompagnamento ) come nella forma nominati pucherani, aumentò ulteriormente la confusione, ed in particolare quando una fotografia della forma nominale pucherani ( McGowan 1992 ) che chiaramente mostrava un esemplare privo di colletto nero nella parte inferiore del collo e superiore del petto.  

Guttera pucherani granti ( Elliot.... 1871 ), la sua gamma si estende lungo una vasta area della Tanzania interna, da Oldeani e Manyara a sud attraverso i distretti di Kondoa e Dodoma ai Mikumi e Ruaha N:P: e le montagne Udzungwa. Lati di viso e collo grigio-bluastro, gola e pelle orbitale rosso vivo. Ampio colletto nero sul collo inferiore;  iridi rosse. 

La sottospecie G. p. granti, per la quale non esiste un esemplare tipo, è stata descritta basandosi su uno schizzo, ( ospitato negli Archivi della Biblioteca Nazionale scozzese ad Edimburgo ), di una faraona uccisa dal maggiore James Grant a Ugogo, Distretto di Dodoma ( Tanzania ) l'8 dicembre 1860. Più tardi, Sclater (1931) commentò  dicendo che "il carattere speciale di questa sottospecie è il rosso sul viso e sulla gola che la distingue facilmente dalla congenere sudafricana Guttera e. edouardi,  nella quale il viso e la gola sono scuri ". Sembrerebbe che Crowe ( op. Cit.) avesse semplicemente considerato la G. p.  granti sinonimo della forma nominale a causa del modello facciale simile, ma era chiaramente confuso in riguardo al problema dell'ampio colletto nero sulla parte inferiore collo presentato da G. p.  granti, però assente nella forma nominale. L'errore nel testo in Urban et al. Il 1986 relativo alla presenza di un colletto nero nella forma nominale  può essere solo  deplorato. 

La proposta di elevarla al rango di spcie < G. p.  granti > ritenuta insostenibile, è stata recentemente  confermata valida. Fig. 2, fotografia di G. p. granti scattata nel Parco Nazionale di Mikumi -Tanzania.          

Immagini 1-2 di Guttera p. granti da:  www.semanticscholar.org -  1 Schizzo  -  2 fotografia scattata nel Mikumi  N.P. -Tanzania. 

Grantii - semanticscholar org 2Parco Naz

GUTTERA PLUMIFERA   ( Faraona piumata )......................................Cassin...................1857                               

La specie è suddivisa in due sottospecie:

* Guttera p. plumifera..................Cassin................1857 - Distribuita nel sud-sud ovest della Repubblica Centrafricana, sud Camerun, centro-nord e nord Congo, sud della Guinea Equatoriale, nord-ovest Gabon, Congo, estemo ovest della Repubblica Democratica del Congo e  nord Angola.

* Guttera p. schubotzi..................Reichenow........1912  - Distribuita nel nord della repubblica Democratica del Congo est e ovest della Rift Valley e nel sud delle aree orientali che circondano il lago Tanganica.

Habitat e distribuzione: Spcie poco conosciuta, predilige albergare nelle foreste umide primarie dell'Africa centrale. In particolare la sottospecie G. p. plumifera si ritrova dal sud del Camerun fino al bacino del fiume Congo e nel nord di Gabon e Angola, mentre la sottospecie G. p. schubotzi è distribuita dal nord dello Zaire fino alla Rift Valley e nelle foreste che si trovano ad ovest del lago Tanganica.

La specie Guttera plumifera frequenta in preferenza umide foreste primarie e vecchie ricrescite boschive secondarie a condizione che il sottobosco sia rado, o comunque non particolarmente fitto da impedire loro i movimenti e l'eventuale fuga di pedina. Uccelli  sociali,  quando non  impegnati nella riproduzione, si riuniscono  in  gruppi composti  da  15-30 e  più  esemplari,  evitando omunque le zone troppo aperte o i campi agricoli. Alla  ricerca  del cibo dedicano le prime  ore  del  mattino, cioè quando  le  temperature  sono  più  sopportabili,  mentre all'imbrunire tutti insieme volano  su posatoi  comuni costituiti  dai  rami di grossi alberi nel  tentativo di difendersi dainumerosi nemici naturali. Le informazioni   riguardanti loro sistema riproduttivo sono piuttosto scarse, tuttavia sappiamo che fondamentalmente praticano la monogamia, pur non escludendo casi di poligamia sequenziale o alternata, così come non esiste un vero e proprio periodo di cova e allevamento della prole, dato che può variare a seconda della regione abitata e/o condizioni climatiche.

Distribuzione G. plumifera da : www.inaturalist.org  ( In rosso-lampone le aree storiche - In marroncino quelle con nuove osservazioni delle sottospecie.

Plumifera - inaturalist org.png

Guttera plumifera plumifera

Foto da: www.i.pinimg.com   -   2 - 3    www.zooniverse.org  

1 - Guttera plumifera plumifera                                                                2 -  Guttera plumifera plumifera                                                              3 -  Guttera plumifera plumifera

Guttera plumifera plumifera

Foto da: 1-2-3  www.zooniverse.org 

1 - Guttera plumifera plumifera                                                               2 -  Guttera plumifera plumifera                                                               3 -  Guttera plumifera plumifera

GUTTERA  PUCHERANI  - EDOUARDI - VERREAUXI : 

In merito alla clasificazione di questa specie esiste una notevole confusione, e quindi, volendo essere il più esaustivo possibile, in qusta pagina elenco tutto quanto la letteratura propone in tale senso.

 1° Classificazione ( Originaria ) - Con 5 sottospecie classificate:

* Guttera p. pucherani....................Hartlaub.........1861 - Faraona crestata del Kenya ( o orienatle ) - Distribuita in Somalia, Kenya, TanzaniaZanzibar e Isola di Tumbatu. In Tanzania  si trova nelle pianure costiere a sud del fiume Rufiji e nell'entroterra verso il Kilimanjaro e le montagne Uluguru.

* Guttera p. edouardi..................... Hartlaub.........1867 Faraona crestata meridionale....................- Distribuita in Zambia orientale, Mozambico e Sud Africa orientale.

* Guttera p. verreauxi.....................Elliot...............1870 - Faraona crestata di Lindi ( o occidentale ).Distribuita nell'est Guinea Bissau, sud-ovest Nigeria, est Congo, sud-ovest della Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, ovest Kenya, nord-ovest Tanzania, e sud-sud -ovest Angola.      

* Guttera p. sclateri........................Reichenow......1898 - Faraona crestata di Sclater........................- Distribuita nel Camerun nord-occidentale

* Guttera p. barbata........................Ghigi..............1905 - Faraona crestata del Malawi......................-  In Tanzania è distribuita nelle aree di confine dell'estremo sud e nelle pianure costiere sud-orientali a nord del fiume Rufiji. da sud al nord-ovest del Mozambico e ovest Malawi.

             __________________________________________________________________________________________________________________

2° Classificazione ( 1° Aggiornamento ) - Con 5 sottospecie classificate suddivise in tre gruppi:

Gruppo- Guttera pucherani pucherani:

* Guttera p. pucherani.................Hartlaub............1861 

Gruppo- Guttera pucherani  verreauxi:

* Guttera p. verreauxi..................Elliot..................1870 

* Guttera p. sclateri.....................Reichenow........1898 

Gruppo- Guttera pucherani edouardi:

* Guttera p. edouardi...................Hartlaub............1867 

* Guttera p. barbata....................Ghigi..................1905

              ___________________________________________________________________________________________________________________________

3° Classificazione ( 2° Aggiornamento ). Quella attualmente considerata - Con 3 specie nominali  più un certo n° di sottospecie:

 

Guttera  pucherani: 
* Guttera p. pucherani................... Hartlaub..........1861
- Distribuita in Somalia, Kenya, TanzaniaZanzibar e Isola di Tumbatu.  In Tanzania  si trova nelle pianure costiere a sud del fiume Rufiji e nell'entroterra verso il Kilimanjaro e le montagne Uluguru.

Guttera  edouardi:
* Guttera e. edouardi......................Hartlaub.........1867.
- Distribuita in Zambia orientale, Mozambico e Sud Africa orientale.

* Guttera e. barbata.......................Ghigi...............1905 -  In Tanzania è distribuita nelle aree di confine dell'estremo sud e nelle pianure costiere sud-orientali a nord del fiume Rufiji. da sud al  nord-ovest del Mozambico e ovest Malawi. Lati di viso, collo e gola nero bluastro, poca o nessuna traccia di rosso sulla gola. Ampio colletto nero sul collo inferiore; iridi rose: E' probabile che nella aree settentrionali della sua gamma si incorici con la forma nominale pucherani.

Guttera  verreauxi: 
* Guttera v. verreauxi..................... Elliot...............1870 
Distribuita nell'est Guinea Bissau, sud-ovest Nigeria, est Congo, sud-ovest della Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, ovest Kenya, nord-ovest Tanzania, e sud-sud -ovest Angola.                                                                                                                                                                                                      * Guttera v. sclateri........................ Reichenow..... 1898- Distribuita nel sud della Nigeria e sud-ovest Camerun.                                                                                                                          * Guttera v. schoutedeni................ Chapin........... 1923 -Distribuita nelle aree centrali del Bacino del fiume Congo, est e sud-est della Repubblica Democratica del Congo e  da sud a nord-est dell'Angola.                                                                                                                                                                                                                                                                              * Guttera v. kathleenae.................. White C.M.N..1943  -Distribuita in est Angola, Repubblica Democratica del Congo e nord-ovest Zambia.                                                                   

Distribuzione Guttera pucherani da : www.iucnredlist.org

Distribuzione Guttera verreauxi da : www.iucnredlist.org

Distribuzione G. edouardi da: www.iucnredlist.org ( In viola l'area di espansione  della specie )

Queste faraone risultano particolarmente sensibili ai cambiamenti che avvengono nei loro territori, così che l'indiscriminata distruzione di habitat naturali nell'Africa orientale potrebbe mettere in serio pericolo la loro esistenza. Pur occupando territori vastissimi non sono da considerare come comuni, anche se è presumibile che il loro numero complessivo sia superiore alle stime considerato lo stile di vita estremamente vigile ed elusivo.  Le specie appartenenti al genere Guttera in relazione ai vastissimi territori occupati, tendono a privilegisre ambienti che possono risultare anche molto diversi fra loro, ma che per la maggior parte sono costituiti da boschi, boschetti e aree cespugliose ai loro margini, con la forma nominale che in genere predilige territori sostanzialmente più aperti rispetto ai consimili, mentre Guttera v. sclateri  e Guttera edouardi sembrano adottare una strategia di sopravvivenza diversa preferendo le foreste a baldacchino molto fitte, così come ai boschi delimitanti corsi d'acqua. Sono uccelli particolarmente timidi e discreti, tanto che spesso non se ne avverte la presenza pur essendo a poche decine di metri da loro, fors'anche perché sono molto meno rumorosi del consimili N. meleagris, tuttavia se disturbati o messi in allarme dal grido emesso da un compagno, tutto il gruppo si rifugia sui rami degli alberi dove grazie al mimetismo della loro livrea risultano praticamente invisibili. 

        Nota : L'identificazione di base relativa alle faraone crestate si fonda sui seguenti criteri: colore della gola e del collo e presenza o meno di una larga fascia di piume nere alla base del collo. Anche il colore degli occhi è importante, rosso o marrone scuro. I dettagli di tutte le località conosciute delle faraone crestate in Tanzania sono disponibili all'indirizzo www.tanzaniabirdatlas.com.

Guttera p. pucherani  ( Faraona crestata del Kenya )...................Hartlaub................1861

Descrizione di base:  Lati di viso e collo blu grigiastro, gola e pelle orbitale rosso vivo. Nessun colletto nero sulla parte inferiore del collo inferiore; iridi  rosse. Zampe da marrone scuro a nero. Le femmine sono leggermente più piccole dei maschi.

Foto da: www.flickr.com  Autore: Steve Garvie  -  2  www.flickr.com Autore:  Gerhard Theron  -  3  Autore:  Klaus Rudloff Berlin

1 - Guttera p. pucherani                                                                                2 -  Guttera p. pucherani                                                                           3 -  Guttera p. pucherani

Guttera verreauxi   ( Faraona crestata di Lindi o occidentale ) ............Elliot........................1870

Descrizione di base:  A prima vista potrebbe essere confusa con la forma nominale, ma è facilmente distinguibile per fianchi di viso e collo grigio bluastro e la mancanza di pelle nuda rossa ai lati di testa e base del becco che risulta circoscritta alla sola gola; ampio colletto nero sulla parte inferiore del collo e superiore del petto; iride si presenta marrone scuro quasi nerasta.  

Foto da: 1 www.hbw.com  Autore:  Josep del Hoyo   -   2 - 3   www. emigliorifoto.eu

1 - Guttera v. verreauxi                                                                                 2 -  Guttera v, verreauxi                                                                              3 -  Guttera v. verreauxi

Guttera e. edouardi  ( Faraona crestata meridionale ).....................Hartlaub................1867

Descrizione di base: Differisce dalle due precedenti specie soprattutto per la mancanza di pelle nuda rossa ai lati della testa e sulla gola; la colorazione della parte nuda el collo si presenta grigio bluastra anzichè bluastra come nei cospecie con la parte posteriore caratterizzata da una sorta di toppo bianco-giallastro-crema. L'iride è solitamente in rosso più intenso rispetto a G. p. pucherani.

Foto da: www.ebird.org  Autore: Joel Trick   -   2  www.whywelovebirds.com   -   3  www.africanbirdsclub.org  Autore: Jacques de Speville

1 - Guttera e. edouardi                                                                                  2 -  Guttera e. edouardi                                                                             3 -  Guttera e. edouardi

Guttera: differenze principali riguardanti testa, ciuffo e collo

Foto da: 1 www.i.pinimg.com   -   2  www.lemigliorifoto.eu   -   3  www.hbw.com  Autore:  Josep del Hoyo  -  4  www.redsearch.org

1 - Guttera p. plumifera                                                2 -  Guttera p. pucherani                                             3 -  Guttera v. verreauxi                                               4 - Guttera e. edouardi   

Testi, quando non diversamente specificato, e progetti relativi alle elaborazioni in 3D ( Voliere ed attrezzature ) sono tutelati dalle norme sul < Diritto d'Autore > ( Ad esclusione di tutte le immagini o stampe riguardanti i GALLIFORMI e altri generi di uccelli ), l'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di pubblicare le opere e di utilizzare economicamente le stesse, qualora se ne presentasse l'occasione, in ogni forma e modo, originali o derivati.

 

Precisiamo che non è nostra intenzione violare le norme che tutelano il  COPYRIGHT, ma è altresì vero che sul WEB si trovano immagini e/o materiali per i quali i diritti vengono reclamati da più fonti, e non potendo per ovvi motivi controllare la bontà di ognuna, ci scusiamo anticipatamente nel caso avessimo inavvertitamente pubblicato immagini e/o materiali protetti da COPYRIGHT in violazione alla legge, pregandivi di comunicarcelo prontamente in modo che si possa provvedere alla loro immediata rimozione. 

 

Si intende comunque sottolineare che oltre a quanto già sopra esposto, la pubblicazione di materiale fotografico reperito sul WEB da parte della GBP.BIO è altresi intesa a fare un po di chiarezza, limitatamente alle sue possibilità, al caos creato da immagini poste su internet, in maniera alquanto superficiale e probabilmente senza neppure avere le necessarie conoscenze in materia, raffiguranti esemplari la cui classificazione essendo palesemente errata trae in errore l'ignaro lettore/visitatore. Quindi l'utilizzo di immagini deve essere considerato come a scopo puramente educativo - didattico  - informativo.                                                                     

RIFERIMENTI:

Delacour

Beebe

Johnsgard

McGowan P.

Howman K.

Madge S.

Hennache A.

Ottaviani M.

Bernar F.

Uno   speciale   ringraziamento  per  l'aiuto fornitomi a :

James Pfarr                                                 Saul Villagrana                                            Steve Keller                                          Friedrich Esser                                            Njal Bergè 

birdnet.cn

orientalbirdimages.org 

Le informazioni relative allo stato di conservazione in natura sono state tratte da Wikipedia.

 

Per accedere a Wikipedia clicca sul logo qui a fianco.

CONDIVIDI QUESTO SITO CON...