- lerwa lerwa : specie e sottospecie -

Lerwa l. major ( coppia ) Autore:  Koel Ko

Mappa distribuzione ( elaborata ) Genere lerwa da:  www.gbp.bio

Lerwa l. major ( coppia ) Autore:  Koel Ko

Genere Lerwa  ( Bonaparte..... 1786 )  

La specie, a seconda dei testi presi in considerazione, è monotipica o suddivisa in due sottospecie: 

* Lerwa l. lerwa......................................Hodgson...........................1833  - Nord-nord-ovest Pakistan, aree orientali himalyane e sud-sud-est Altopiano tibetano e zona di frontiera dell'India settentrionale. La presenza della specie nell'est Afghanistan necessita di ulteriori conferme, anche se apparentemente si trovano nelle regioni di confine con l'adiacente Pakistan.

* Lerwa l. maggiore...............................Meinertzhagen R. ...........1927  - Cina centrale  dal sud del Gansu al nord e ovest del Sichuan e nord Yunnan ( Non da tutti ritenuta valida )

** Lerwa lerwa callipigia......................Stegmann.........................1938  - Sud Gansu ( Cina )  Non valida  in quanto ritenuta conspecifica della sottospecie nominale.

Distribuzione: Questa specie è diffusa in  PakistanIndiaBhutanNepal  e Cina, dove trova il suo habitat tipico ad alta quota ( Tra 3000 e 5000 m ) sulla catena dell'Himalaya, al limite con le nevi perenni. È l' unica specie compresa in questo Genere. Predilige pascoli alpini e colline aperte sopra il limite della foresta, ma evita le aree rocciose completamente prive di vegetazione. Maschi e femmine sembrano simili nel piumaggio, ma i maschi hanno uno sperone sul lorotarso .

Descrizione e comportamento:  Misura mediamente 35-40 cm di lunghezza, con un peso di 550-700 gr per i maschi, e 450-580 gr per le femmine. Questa specie fu descritta per la prima volta da Brian Houghton Hodgson nel 1833 che classificò la specie come Lerwa, basandosi sul termine con cui i Bhutia ( Antica popolazione nepalese ) definivano questi uccelli, ed inizialmente la inserì nel  genere Perdix come Perdix lerwa. Una sottospecie, L. l.  maggiore fu descritta da Richard Meinertzhagen, mentre L. l. callipigia del sud Gansu è stata osservata da Stegmann nel 1938, ma queste ultime due sottospecie, ed in particolare L. l callipigia, non vengono generalmente riconosciute. La specie è stata conservata in questo genere monotipico a causa di varie peculiarità tra cui il piumaggio del tarso e la mancanza di un chiaro dimorfismo sessuale nel piumaggio.                                                                                                                                            I sessi sono piuttosto simili, tuttavia le femmine sono prive di speroni tarsali, mentre i maschi ne presentano uno spuntato spuntato e talvolta un secondo incipiente.                                             Vivono riuniti in piccoli gruppi solitamente composti da 6 a 8 anni, che però possono arrivare sino a 30 esemplari durante la stagione di non riproduttiva. Venendo disturbati, di norma si involano verticalmente prima di disperdersi con rumorosi e veloci battiti d'ali. Durante le ore pomeridiane, e se il tempo lo permette, ha l'abitudine di utilizzare le rocce per scaldarsi e fare bagni di sole. Si dice che la chiamata nella stagione riproduttiva assomigli a quella del francolino grigio delle pianure, e caratterialmente paragonata ( Come abitudini ) alla pernice bianca. L'alimentazione è basata su muschi, licheni, bacche, germogli di piante e probabilmente anche insetti di vario genere. La stagione riproduttiva va da maggio a luglio. Si ritiene che i maschi siano monogami. La deposizione consiste da 3 a 5 uova, di colore giallo pallido e leggermente lucide segnate di bruno-rossastro sull'estremità arrotondata. E' la sola femmina ad occuparsi dell'incubazione, mentre il maschio fa da sentinella stando ritto sulle zampe. 

Lerwa lerwa major è distnguibile dalla forma nominale per le maggiori dimensioni, le parti superiori meno fulve e quelle inferiori mediamente più chiare, ma presumibilmente questo cromatismo non è costante  e probabilmnte dovuto solo a variazioni territoriali.

Lerwa lerwa lerwa ( Pernice delle nevi )..................................Hodgson............................1833

Foto da :  1- 3 www.orientalbirdimages.org  Autori:  Aseem Kumar Kothiala - Bhavesh Rathod     -    2  www.ebird .rg Autore:  Rajesh Panwar 

1 -  Lerwa lerwa lerwa maschio                                                                   2 -  Lerwa lerwa lerwa femmina                                                            3 -  Lerwa lerwa lerwa maschio

lerwa lerwa lerwa orientalbirdimages org

Lerwa lerwa major ( Pernice delle nevi maggiore )................Meinertzhagen R. ............1927

Foto da :  1  www.birdnet.cn Aurore: lentamente 129 ( tradotto dal cinese )    -   2   Autore Koel Ko    -   3   www.hbw.com  Autore:  Phillip Edwards 

1 -  Lerwa lerwa major maschio                                                                 2 -  Lerwa lerwa major ( Coppia )                                                             3 -  Lerwa lerwa major maschio

Testi, quando non diversamente specificato, e progetti relativi alle elaborazioni in 3D ( Voliere ed attrezzature ) sono tutelati dalle norme sul < Diritto d'Autore > ( Ad esclusione di tutte le immagini o stampe riguardanti i GALLIFORMI e altri generi di uccelli ), l'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di pubblicare le opere e di utilizzare economicamente le stesse, qualora se ne presentasse l'occasione, in ogni forma e modo, originali o derivati.

 

Precisiamo che non è nostra intenzione violare le norme che tutelano il  COPYRIGHT, ma è altresì vero che sul WEB si trovano immagini e/o materiali per i quali i diritti vengono reclamati da più fonti, e non potendo per ovvi motivi controllare la bontà di ognuna, ci scusiamo anticipatamente nel caso avessimo inavvertitamente pubblicato immagini e/o materiali protetti da COPYRIGHT in violazione alla legge, pregandivi di comunicarcelo prontamente in modo che si possa provvedere alla loro immediata rimozione. 

 

Si intende comunque sottolineare che oltre a quanto già sopra esposto, la pubblicazione di materiale fotografico reperito sul WEB da parte della GBP.BIO è altresi intesa a fare un po di chiarezza, limitatamente alle sue possibilità, al caos creato da immagini poste su internet, in maniera alquanto superficiale e probabilmente senza neppure avere le necessarie conoscenze in materia, raffiguranti esemplari la cui classificazione essendo palesemente errata trae in errore l'ignaro lettore/visitatore. Quindi l'utilizzo di immagini deve essere considerato come a scopo puramente educativo - didattico  - informativo.                                                                   

Texts, unless otherwise specified, and projects related to 3D processing (Aviaries and equipment) are protected by the rules on <Copyright> (With the exception of all images or prints concerning GALLIFORMI and other kinds of birds), l The author therefore retains the exclusive right to publish the works and to use them economically, should the occasion arise, in any form and way, original or derivative.

We specify that it is not our intention to violate the rules that protect the COPYRIGHT, but it is also true that on the WEB there are images and / or materials for which the rights are claimed from multiple sources, and being unable for obvious reasons to control the goodness of each , we apologize in advance if we have inadvertently published images and / or materials protected by COPYRIGHT in violation of the law, asking you to communicate it promptly so that we can arrange for their immediate removal.

It is however intended to underline that in addition to what has already been explained above, the publication of photographic material found on the WEB by GBP.BIO is also intended to clarify, limited to its possibilities, the chaos created by images placed on the internet, in a rather superficial way and probably without even having the necessary knowledge on the subject, depicting specimens whose classification being clearly wrong misleads the unsuspecting reader / visitor. Therefore the use of images must be considered as purely educational - didactic - informative.

RIFERIMENTI:

Delacour

Beebe

Johnsgard

McGowan P.

Howman K.

Madge S.

Hennache A.

Ottaviani M.

Bernar F.

Uno   speciale   ringraziamento  per  l'aiuto fornitomi a :

James Pfarr                                                 Saul Villagrana                                            Steve Keller                                          Friedrich Esser                                            Njal Bergè 

birdnet.cn

orientalbirdimages.org 

Le informazioni relative allo stato di conservazione in natura sono state tratte da Wikipedia.

 

Per accedere a Wikipedia clicca sul logo qui a fianco.

CONDIVIDI QUESTO SITO CON...