- Rheinardia ocellata : sottospecie -

Illustrazioni di Reinhardia o. ocellata da :  1-3  George Edward Lodge   -   2  John Cyril Harrison 

L'Argo crestato ( Rheinardia ocellata ) è  distribuito in due popolazioni altamente disgiunte tra loro che si trovano in Vietnam e Lao PDR ( forma nominale R. o. ocellata ) e Malesia ( sottospecie R. o. nigrescens ). In base a nuove prove, oltre ai pochi campioni museali, acustiche e fotografiche, nigrescens si distingue su una serie di caratteristiche: becco giallo con narici nerastre, supercilium camoscio ( giallo marrone ),  gola, petto, cresta, parti superiori e coda con motivi diversi rispetto alla forma nominale; chiamata dei maschi più bassa, breve, maggiormente pura, lunga e fluida, marcatamente divergente dall'esplosiva quanto nasale vocalizzazione emessa dalla forma nominale.  Tutti questi caratteri combinati, indicano un livello di differenziazione compatibile con il rango di specie per nigrescens, e questo si riflette fortemente nel punteggio dei criteri di Tobias. Le due forme richiedono un riesame urgente.                                                                                                                                        Le gamme delle due sottospecie risultano largamente separate e molto ristrette sia in Vietnam e Lao P.D.R ( R. o. ocellata ), quanto nella Malesia peninsulare ( R. o. nigrescens ). A causa della caccia e catture di frodo, il disboscamento e relativa diminuzione di habitat vitale, è elencato come in pericolo nella Lista Rossa IUCN ( BirdLife International 2020 ). Le differenze tra i due taxa non sono mai state considerate particolarmente significative, ma menzionate come argomento che deve essere esaminato ( Liang et al . 2018 ), e l'unico confronto degno di nota tra due forme, risale alla descrizione di nigrescens, cioè quasi 120 anni fa. Tuttavia, poiché lo stato di conservazione della specie sembra essere sempre più precario ( classificato come quasi minacciato negli anni 2005-2016 ), anche il suo status tassonomico è diventato una questione degna di ulteriori indagini.

Il nome Argus ocellatus fu pubblicato da Elliot ( 1871 ) in riferimento agli ocelli che caratterizzavano un buon numeri di grandi piume ( di fagiano ) di origine sconosciuta, custodite nel museo di Parigi. precedentemente erano state studiate da Verreaux (1835-59 ), che attribui loro lo stesso nome, Argus ocellatus, ma solo nel manoscritto ( Delacour 1951 ).  

Illustrazioni di Reinhardia o. ocellata da :   Eric Losh 

Reinhardia%20ocellata%20Eric%20Losh%20(1

Fu solo quando furono ottenute due pelli nel 1879-1881, una dal comandante Rheinart e l'altra dal governatore generale di Cochin Cina, che la loro origine fu determinata come l'attuale forma vietnamita, mentre Rheinardia venne  da Maingonnat ( 1882 ) in onore del generale Rheinard. 

Un taxon simile venne trovato da Waterstradt ( 1902 ) nella Penisola malese, anche se probabilmente non proprio sulla montagna da lui presunta ( Barlow 1969 ), fu descritto da Rothschild ( 1902 ) come Rheinardius ocellatus nigrescens. Tutte le autorità successive ( ad esempio Peters 1934 , Delacour 1951 , McGowan 1994 , Johnsgard 1999 , Hennache & Ottaviani 2005 ) fino alle quattro liste del mondo in carica ( del Hoyo & collare 2014 , Christidis et al . 2018 , Clements et al . 2019 , Gill et al. 2020 ) hanno seguito Rothschild nel trattare i nigrescens come sottospecie di R. ocellata . Tuttavia, i due taxa sono disgiunti da più di 1.000 km in una linea diretta ( 1.800 km dalla più breve via di terra odierna ) e si trovano in due province biogeograficamente distinte all'interno della regione orientale, nell'India continentale e sulla piattaforma Sunda ( Whitmore 1984 , Sterling & Hurley 2008 , Corlett 2014 ).  

Nella descrizione originale di nigrescens , Rothschild ( 1902 ) distinse nove caratteri nel maschio: (1) mantello e ali più scuri, nero brunastro, con chiazze castano-rossiccio anziché marrone scuro; (2) macchie sulle parti superiori per lo più abbastanza rotonde in bianco puro, anziché più o meno patinate, irregolari o allungate; (3) marcature sulla groppa meno numerose, ma più grandi e con più bianco; (4) macchie bianche sui secondari esterni per lo più piuttosto rotonde, invece di assumere la forma di linee oblique irregolari; (5) piume nere sulla parte superiore della cresta, anziché marrone scuro, con piume bianche della cresta apparentemente più numerose; (6) vessilli esterni delle timoniere, estremamente allungate, di colore marrone nerastro, più profondo e nel contempo più uniforme; (7) ampia striscia superciliare non grigiastra bianca, ma fortemente sfumata camoscio ( marrone aranciato ); (8)  becco apparentemente più robusto; (9) coda che sembrerebbe meno allungata.

Nove punti distintivi sono un numero relativamente elevato per un taxon che viene considerato come sottospecie, e certamente suggerisce un livello di divergenza degno di rivalutazione alla luce delle tendenze tassonomiche moderne.  

Prove morfologiche . La nostra revisione del materiale campionato conferma la diagnosi di nigrescens da parte di Rothschild ( 1902 ), con l'eccezione che al punto 1, relativo alle distinzioni, ali e coda più scuri, non sono stati riscontrati "chiazze castano-rossiccio anziché marrone scuro" ed al punto 8, becco apparentemente più robusto, non è stat rilevata nessuna distinzione significativa (  Vedere: Tabella 1 ). Di seguito vengono considerate 6 caratteristiche diverse  piumaggio / parte nuda, usando 'vs.' per indicare il confronto con la forma nominale e con i punteggi in base ai criteri di Tobias. Tra parentesi alla fine della descrizione di ciascuna caratteristica, ci sono i punteggi assegnati alle differenze che riteniamo più rilevanti:

  1. camoscio ( marrone aranciato ) contro bianco perlaceo, di solito più largo e più marcato, in contrasto più forte con la corona e la 'faccia' più nere ( area intorno alle aperture oculari e coperture auricolari )  Fig. 1a, b ( punteggio almeno 2 );

  2. area nasale nerastra, area adiacente del becco ( distale alle narici ) rosata ( come osservato in Ogilvie-Grant 1908  ), resto del becco corno giallastro con punta più chiara e tagliente rispetto alla colorazione becco in generale,tranne la base dell'area nasale rosata, leggermente più pallido all'apice e profondamente rosa superiormente e dietro le narici, come notato da Delacour ( 1951 ) e apparente in molte fotografie dei 15 esemplari che si trovano nello Zoo di Saigon ( Figs.1a, b , 4a, b ; punteggio 3 ) ;

  3. il bianco della gola più uniforme, più camosciato e ampio, rispetto a una sfumatura bianca grigiastra meno evidente che si perde rapidamente nella parte inferiore del collo marrone-rossiccio opaco ( presente in nigrescens come una zona molto stretta in cui il bianco della gola degrada nella colorazione macchiata dl corpo ( Fig. 2a, b ; ns [2]), in entrambi i taxa le piume della gola formano una piccola barba che sporge in avanti quando le piume di cresta, testa  e del collo sono completamente erette;

  4. cresta occipitale che punta direttamente all'indietro piuttosto che tendenzialmente a diffondersi lateralmente, con filoplumi molto più lunghi e grossolani e ispidi ( privi della morbidezza che si evince nella forma nominale ), e costituiti da due colori in proporzioni diverse, cioè, un numero relativamente scarso di piume nere allungate e percentualmente oltre 5-10 volte la quantità delle piume bianche molto più lunghe, rispetto a piume marrone-fuligginose morbide e decurvanti che dapprima sfumano in un marrone leggermente ruvido e poi in bianco crema, producendo un profilo ovviamente diverso quando il maschio lo esibisce ( discusso di seguito; Figg. 3a, b , 4a, b ; punteggio 3 );

  5. macchie bianche sul corpo nerastro  e ali molto più distintive, essendo più piccole, in numero minore ( quindi più distanziate ) e disposte in modo più lineare rispetto al denso maculato bianco-brillante della forma nominale ( Fig.5a, b ; ns [2] );

  6. vessilli interni delle timoniere maggiori, con sfondo opaco arancione-camoscio  e punti bianchi circoscritti da ampi anelli grigi, rispetto a sfondo grigio del conspecifico R. o. ocellata. L'opaco arancione-camoscio si contrae nelle aree che si trovano tra i punti bianchi ( Fig.6a, b ; ns [2] ).

www.bioone org - Copia.gif

In morfometria nigrescens emerge complessivamente leggermente più grande rispetto al conspecifico nominale, senza sovrapposizioni di tarso o ala, che invece si evince, se pur in minima misura nella lunghezza della cresta, che mostra  il più grande grado di differenza tra le due forme; non viene sottolineata poiché è correlata alle dimensioni del corpo, ma la cresta è proporzionalmente più lunga nei nigrescens, con differenze di colore e forma evidenti durante il corteggiamento. La coda del nigrescens è in media leggermente più corta, ma è plausibile che questa caratteristica sia in relazione alle dimensioni del soggetto:, ed è anche probabile che le code dei Rheinardia  aumentino in lunghezza con l'età ( McGowan 1994 ), 

Una volta eretta, la cresta del maschio nigrescens, forma una massa irradiata bianca pura molto appuntita di piume disordinate, mentre le lunghe piume nere che giacciono su quelle bianche quando sono a riposo sono proiettate molto in avanti, sporgendo su fronte e becco ( Fig. 4a ). Per contro quella del conspecifico Rheinardia o. ocellata, forma un soffice cuscinetto dorato, mentre le brevi piume marroni sporgono sopra la fronte e  viste  lateralmente formano un breve ricciolo arrotondato ( Fig. 4b ; Seth-Smith 1932 , Huxley 1941). La differenza nel colore e nella lunghezza della cresta è notevole quando viene sollevata, poiché questo movimento fa sì che le lunghe piume appuntite dei nigrescens si disperdano verso l'esterno ( J. Corder, video ).

Illustrazioni di Reinhardia o. ocellata da :   Eric Losh 

Reinhardia%20ocellata%20Eric%20Losh%20(1

Figura 1 - Maschio adulto  ( a - sinistra) R. o nigrescens - ( b - destra ) R. o. ocellata. Differenze del supercilium e becco ( Collar  N. J., © Museo di storia naturale, Londra )

bioone_org_1-Maschio_adulto_(a)_nigresce

Figura 2 -Maschio adulto  ( a - sinistra) R. o nigrescens - ( b - destra ) R. o. ocellata. Differenze del mento e gola ( Collar  N. J., © Museo di storia naturale, Londra )

bioone_org_1+_-Maschio_adulto_(a)_nigres

Figura 3 - Maschio adulto  ( a - sinistra) R. o nigrescens - ( b - destra ) R. o. ocellata. Differenze della cresta ( Collar  N. J., © Museo di storia naturale, Londra )

bioone_org_2+_-Maschio_adulto_(a)_nigres

Figura 4 - Maschio adulto  ( a - sinistra) R. o nigrescens - ( b - destra ) R. o. ocellata. per mostrare le diverse strutture della cresta e colore del becco. Foto di J. Bordonné ( Zoo di Saigon Vietnam )  www.zoospassion.com. 

Maschio adulto (a) nigrescens e (b) ocel

Maschio adulto  ( a - sinistra) R. o nigrescens - ( b - destra )  R. o. ocellata per mostrare la diversa disposizione e colorazione degli ocelli dorsali.( Collar  N. J., © Museo di storia naturale, Londra )

bioone_org_2_-_Maschio_adulto_(a)_nigres

Maschio adulto  ( a - sinistra) R. o nigrescens - ( b - destra )  R. o. ocellata per mostrare il diverso modello e colore degli ocelli sulle timoniere  più larghe dorsali.( Collar  N. J., © Museo di storia naturale, Londra )

bioone_org_3_-_Maschio_adulto_(a)_nigres

Rheinardia o. ocellata  (  Argo crestato ) .............. Elliot D. G. ...... 1871      

Distribuzione:  Si trova nelle regioni centrali del Vietnam e Laos orientale.

Foto da:  1  Fletcher & Baylis  Science Source - in a captive breeding program, Sungkai Wildlife Reserve, Perak, Malaysia  - 2  Finn Birkholm-Clausen

1 - Rheinardia o. ocellata ( Maschio )                                                                                                      2 - Rheinardia o. ocellata (  Femmina )      

Rheinardia o. ocellata  (  Argo crestato ) .............. Elliot D. G. ...... 1871      

1 - Rheinardia o. ocellata ( Maschio )                                                                                                      2 - Rheinardia o. ocellata (  Femmina )      

reinhardia pinterest - Copia.jpg

Rheinardia o. nigrescens  (  Argo crestato malese ) ...  Rothschild.......1902  

Foto da:  1  Fletcher & Baylis  Science Source - in a captive breeding program, Sungkai Wildlife Reserve, Perak, Malaysia  -  2  by Perhilitan - chinapress 

1 - Rheinardia o. nigrescens ( Maschio )                                                                                                 2 - Rheinardia o. negrescens (  Maschio )      

Nigrescens - by Perhilitan - chinapress

Rheinardia o. nigrescens  

Foto da:  1-2  by Perhilitan - chinapress

1 - Rheinardia o. nigrescens ( Maschio )                                                                                                2 - Rheinardia o. negrescens (  Femmina con piccolo )      

Testi, quando non diversamente specificato, e progetti relativi alle elaborazioni in 3D ( Voliere ed attrezzature ) sono tutelati dalle norme sul < Diritto d'Autore > ( Ad esclusione di tutte le immagini o stampe riguardanti i GALLIFORMI e altri generi di uccelli ), l'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di pubblicare le opere e di utilizzare economicamente le stesse, qualora se ne presentasse l'occasione, in ogni forma e modo, originali o derivati.

 

Precisiamo che non è nostra intenzione violare le norme che tutelano il  COPYRIGHT, ma è altresì vero che sul WEB si trovano immagini e/o materiali per i quali i diritti vengono reclamati da più fonti, e non potendo per ovvi motivi controllare la bontà di ognuna, ci scusiamo anticipatamente nel caso avessimo inavvertitamente pubblicato immagini e/o materiali protetti da COPYRIGHT in violazione alla legge, pregandivi di comunicarcelo prontamente in modo che si possa provvedere alla loro immediata rimozione. 

 

Si intende comunque sottolineare che oltre a quanto già sopra esposto, la pubblicazione di materiale fotografico reperito sul WEB da parte della GBP.BIO è altresi intesa a fare un po di chiarezza, limitatamente alle sue possibilità, al caos creato da immagini poste su internet, in maniera alquanto superficiale e probabilmente senza neppure avere le necessarie conoscenze in materia, raffiguranti esemplari la cui classificazione essendo palesemente errata trae in errore l'ignaro lettore/visitatore. Quindi l'utilizzo di immagini deve essere considerato come a scopo puramente educativo - didattico  - informativo.                                                                   

Texts, unless otherwise specified, and projects related to 3D processing (Aviaries and equipment) are protected by the rules on <Copyright> (With the exception of all images or prints concerning GALLIFORMI and other kinds of birds), l The author therefore retains the exclusive right to publish the works and to use them economically, should the occasion arise, in any form and way, original or derivative.

We specify that it is not our intention to violate the rules that protect the COPYRIGHT, but it is also true that on the WEB there are images and / or materials for which the rights are claimed from multiple sources, and being unable for obvious reasons to control the goodness of each , we apologize in advance if we have inadvertently published images and / or materials protected by COPYRIGHT in violation of the law, asking you to communicate it promptly so that we can arrange for their immediate removal.

It is however intended to underline that in addition to what has already been explained above, the publication of photographic material found on the WEB by GBP.BIO is also intended to clarify, limited to its possibilities, the chaos created by images placed on the internet, in a rather superficial way and probably without even having the necessary knowledge on the subject, depicting specimens whose classification being clearly wrong misleads the unsuspecting reader / visitor. Therefore the use of images must be considered as purely educational - didactic - informative.

RIFERIMENTI:

Delacour

Beebe

Johnsgard

McGowan P.

Howman K.

Madge S.

Hennache A.

Ottaviani M.

Bernar F.

CONDIVIDI QUESTO SITO CON...

  • Facebook
  • Instagram